Categorie
Emozioni Esperienze Famiglia Formazione Il mio lavoro coi ciuf ciuf Lorena Chiara Passione

Una giornata che mi ha premiata due volte. Premio #1

Oggi sono stata premiata per ben due volte e solo a inizio giornata, ho il cuore colmo di emozione.

Premio #1:

Dopo vari e vari e vaaaari tentativi di coinlvolgere la mia famiglia nel mondo della formazione, tentando più e più volte di farli partecipare a corsi, serate promozionali, eventi, oggi, per la prima volta, la mia mamma è venuta e a me bastava questo per aver ricevuto il premio più grande, perché il mio credo verso il voler un mondo migliore intorno a me, coinvolgendo quante più persone ai corsi di formazione, in cui credo davvero molto, affinché la vita di ciascuno sia sempre migliore, ha fatto sì che io non abbia mai mollato, perché non ho mai smesso di desiderare che i miei stiano sempre solo meglio…e oggi ce l’ho fatta con la mia mamma!!! Wow!!! Pochi di voi potranno capire cosa significa davvero tutto ciò per me…la sfida più grande sarà il mio papà, un muro di cemento armato da sfondare e oltrepassare, ma ce la farà, perchè ci credo!!! E per di più, mia madre mi sta dando un sacco di soddisfazioni, comunque vada, poi. Ecco cosa ho risposto in un commento a un amico, in merito a questo: ” …continua a girarsi da me e dire: “sì sì, questo anche io/ questo anche a me/ questo serve a tuo padre/ questo dovrebbe proprio farlo tuo padre/ sì sì, questo è proprio tuo padre/ tuo padre fa proprio così (se non si è capito, tutto ciò che riguarda mio padre va per la maggiore)/ questo corso dovrebbe farlo tizia, te la ricordi la portinaia?????” – “mamma, questi corsi li dovrebbero fare tutti a questo mondo” -“questo corso mi piace, non è mica come quelle cazzate…” (grazie mamma, son 2 anni che sto cercando di fartelo capire e di farti venire, quanti pianti a ogni tuo rifiuto)…poi, è fortissima, perché mi chiede come me faccio a seguire, ascoltare e usare tablet e telefono contemporaneamente, senza perdere nulla (non è proprio così, ma va bene. Non posso starle a spiegare ora, che io sono visiva..ipervisiva e lei…non ho ancora capito se è uditiva o cinestesica…in ogni caso, non posso stare a spiegarle tutte queste cose, come anche che son 2 anni che faccio corsi e corsi e sono un tantino più avanti. La cosa più bella è quando si gira verso di me e mi chiede di ripeterle dei concetti, perché sta prendendo appunti e vuole capire, lei che nemmeno voleva prendere la penna e prender appunti…ricambia i tuoi saluti e mi ha detto detto dirti che ora anche lei è affondata qui (è il suo modo di dire che le piace :-):-):-) ).”

“Te l’ho detto che è una tosta. Non è che me la ritrovo davanti a me al Fire Walking?”

“Ahahah, possibilissimo e ti spiego pure perché: Max ha nominato ripetutamente Robbins e ha parlato del Fire Walking. Le dico che ai corsi di Robbins, e per la precisione a Maggio, io sono una di quelli che prepara la carbonella per la “passeggiata”..il suo sguardo, prima di questo primo approccio alla formazione, si traduceva in: “le solite cazzate sue/ un’altra di quelle cose strane che fa lei/ eh???”…dopo oggi, invece, si traduceva con: “ahhh, ma dai??? Interessante, che roba è??? Voglio capire”…ero allibita e stupendamente compiaciuta. A pranzo, ci raggiunge la migliore amica di mia mamma. Dallo sguardo e dallo zero prendere appunti, pensavo non le fosse servito a niente. Usciamo prima di fine giornata, perché son dovuta venire a lavoro ed ecco mia madre entusiasta e la sua amica quasi più di lei e questa dice che grazie a questo corso (è entrata alle 14.40, uscita alle 17.30…quanto potrà aver sentito, rispetto a 2 giorni di corso???), le si sono ampliate le vedute, le si è aperta la testa, ha capito tante cose “grazie a questo corso”…ma molto del tipo che ora ha capito tutto. Io le dico che non è che a un millesimo di quello che le danno i corsi…mi guarda esterrefatta..si parla, accettano entrambe di venire a ogni occasione come questa, eventi, serate, etc etc, purché gratis…spiego che, però, serve fare anche gli altri a pagamento ed ecco insorgere con il solito non aver soldi, ma non detto col tono scontroso del classico “non ho soldi, non ho tempo”; erano più morbide, detto più in automatismo..vedevo uno spiraglio di una, finalmente, apertura mentale, così le dico che a questi corsi insegnano anche a far soldi..non mi hanno guardata strana..ottimo :-). Poi, gli lancio lì di venire a fare l’Upw a Londra, quindi di iniziare a mettere 100€ al mese da parte…non hanno detto sì, ma nemmeno no; erano entrambe tentate…capite???? Contro la chiusura totale, si è appena aperto un varco…addirittura con 2 persone :-):-):-):-)

Non è finita: tempo fa..mooooolto tempo fa…regalai a mia madre il libro “Leader di te stesso” di Roberto Re…non l’ha mai nemmeno aperto. Oggi compro quello di Max e visto com’è andata la giornata, le chiedo, già lo aveva conosciuto di persona, lo aveva sentito e associava quegli argomenti a lui, se vuole leggersi lei il libro per prima e poi lo avrebbe passato a me…accettato!!! Biiiiiiingo :-):-):-):-):-) E io, haaaaaappy :-):-):-):-)”. 

Lascia un commento