Categorie
Senza categoria

Porte aperte, porte chiuse; porte da aprire, porte da chiudere.

Ci sono volte in cui lasci un posto e con esso persone, cose e..il cuoricino.. Ti metti in viaggio e la tristezza ti avvolge dolcemente in un manto velato…i pensieri frullano vorticosamente e in pochi istanti rivedi passato, presente e futuro bussare alla tua porta..e tu a chi apri? Pensi: mio caro passato, se sei tale è perché devi rimanere dietro quella porta chiusa.. Pensi: mio caro presente, è ora di decidere quale strada prendere: stai al di qua o al di là della porta?.. Pensi: mio caro futuro, entra dolcemente e a passi cauti nella mia vita, ti ho aperto uno spiraglio della porta di casa, dammi modo di conoscerti e ti verranno aperte tutte le porte, ma sii paziente, perché tra passato e presente ci sono sempre le fasi di transizione, come ci sono anche tra presente e futuro e spesso richiedono..tempo.

Pensi alle frustrazioni di una donna, che nella sua insicurezza, cerca di metter zizzania nella tua serenità; pensi al passato che per un verso ti sbalordisce, perché per le passate decisioni, non immaginavi potesse stupirti ancora, tanto da farti rendere conto quanto non si conoscano mai davvero le persone, mentre dall’altra parte, ecco d’improvviso, senza appunto alcun preavviso, un’altra parte di passato che ti annuncia: “ho voglia di vederti!”…e tu: “Scusa? Ci conosciamo??? Ma anche no, se no saresti il mio presente”. E ti chiedi cosa sta succedendo, perché tutto ciò accade tutto insieme, mentre tu stai decidendo di chiudere la porta al tuo vero presente, perché arrivano momenti in cui chiudi una porta per aprirne un’altra al futuro, per cogliere una nuova opportunità, concedendoti di darti modo di scoprirla, magari è l’occasione giusta, magari no, ma non lo saprai mai, se non ti dai questa possibilità, comincia a coglierla…chissà che poi dietro quella porta ci sia non un semplice principe, ma un vero re.. e se poi un re non capisce ed è lui a chiudere la porta???

Rientri con la tristezza per aver appena lasciato qualcosa di te lontano lontano, sperando che all’arrivo qualcuno o qualcosa ti regali un piccolo sorriso, invece il sentirsi ferito di qualcun altro, non fa che accrescere la tristezza che questa notte ti consegnerà a Morfeo fino al nuovo giorno…eppure, come fa a non dispiacerti???? E mentre passato, presente e futuro fanno a pugni, tu dove sei???

Sogni d’oro a ogni possibilità; domani, insieme ai miei occhi, apro a voi tutte le porte, da cui la tristezza uscirà per lasciare spazio solo a voi :-)))) 

Lascia un commento