Categorie
Emozioni Esperienze Lorena Chiara

Lunedì 11 febbraio 2013

Lunedì 11 febbraio 2013

Chi mi conosce dovrebbe saperlo, chi non mi conosce dovrebbe capirlo da quel che scrivo, perché son verace, son sincera, son spontanea. Sono solare e sempre sorridente. Tenete per voi commiserazione, pena, compassione, i “mi dispiace” gratuiti (alcuni sentiti, i più dovuti, per circostanza), i toni al telefono commiserevoli, da funerale. Non sto morendo, non ho mai rischiato. Né nei precedenti interventi, né se davvero arriverò a operarmi per la terza volta entro i prossimi 6 mesi. Ho firmato un mega contratto con quel cornuto del diavolo, perché devo campare cent’anni per rompere le scatole ancora a troppa gente. Tranquilli: nella stipula dell’accordo col diavolo, son stata affiancata da un avvocato coi contro bip, niente lasciato al caso e postille/cavilli legali ben saldi e sicuri 😛 Mi riempite di futile malsana negatività che non mi appartiene, ma che appartiene solo a voi, di cui siete succubi e ne fate una ragione di vita…ma a me no, no grazie. Tenetevi le vostre fisime..ops, le vostre seghe mentali solo per voi, per continuare a deprimervi. Vi mettete date di scadenza anche quando potreste campare altri mille anni, ma non lo sapete. Capisco che i più tra voi non sappiano nulla di formazione e di corsi di formazione, ma, soprattutto grazie a essi, ho preso consapevolezza del potere della nostra psiche e dei condizionamenti nostri e, soprattutto, esterni. Se un medico vi dice che vi rimane tot da vivere, voi morirete proprio entro quella data, proprio come un cibo in scadenza, ma noi non abbiamo date di scadenza, se non quella che ci diamo noi e a me non servivano corsi di formazione per scoprirlo, perché mi son già operata all’utero 2 volte, quando la parola “formazione” era ben lontana dall’esser annoverata nel mio vocabolario dell’epoca, eppure ho sempre vissuto combattendo, lottando, aggrappandomi alla vita come se ogni giorno fosse il primo della mia nuova vita..Roberto Re oggi non poteva scrivere sms più azzeccato: “I PUROSANGUE non cedono mai fino al traguardo! Vuoi essere un purosangue o un ronzino? Allora non mollare e dai tutto te stesso, quando affronti un ostacolo!” ..non ricordo una sola occasione nella mia vita in cui sia stata un ronzino, perché ho sempre solo scalpitato come il migliore dei purosangue e non smetterò mai, ma proprio mai, di mollare, non è mai stato contemplato nella mia natura. Cxxx continuo a rivere messaggi in posta di Facebook, sul cell, su Whatsapp pieni di “mi dispiace/ sii forte/ vedrai andrà bene/ la vita è ingiusta/ bla bla bla” e telefonate con toni che farebbero morire anche i già morti…ripigliatevi!!!! La vita non è affatto ingiusta, anzi è giustissima, perché fa una scrematura alla “Highlander”, cioè solo i migliori sopravvivono e vanno avanti. Essa ci pone delle prove, che qualcuno chiama problemi, altri ostacoli, etc etc, ma sempre prove sono, mere sfide alle quali sta noi decidere se rispondere o meno. Ciò che fa la differenza è la nostra risposta a queste prove/ sfide. Il libero arbitrio ci permette di decidere se non accettarle, se scappare o se accettarle e affrontarle. La nostra risposta, prevede, poi, delle ReAzioni e dall’esito di tutto ciò, noi ne possiamo uscire abbattuti, remissivi, perdenti, afflitti o migliori, più forti, combattivi, più savi, più “intelligenti”, dei vincenti, l’evoluzione di noi stessi.
Quello è il vostro modo di vivere il mondo e la vita, non il mio. Imparate a relazionarvi con qualcuno, ricordandovi con chi vi state relazionando e non comportatevi secondo le vostre regole. Uscite dai vostri schemi. E’ come se invitaste a cena un vegetariano e cucinate solo carne, perché per voi funziona solo così. Non esistono solo le vostre regole e non comportatevi come se solo la vostra visione del mondo fosse quella giusta…sono davvero seccata da quei toni da funerale al telefono o tutta quella desolazione nei vostri messaggi. Sono malsani, imparatelo, deleteri e fuori luogo..IO NON sono quella, non sono voi, non sto morendo cazzo…ho “solo” fatto una cavolo di biopsia, che ha fatto male a me, hanno tagliuzzato me e son qui che gioisco, che vivo ogni istante come fosse il primo di ogni mio minuto di vita; sono entrata in ospedale per fare esami di approfondimento, perché qualcosa non va di nuovo e sono uscita con qualche zac zac all’utero, eppure sono uscita agguerrita, vogliosa di afferrare e tenermi stretta questa biiiip di vita e voi mi fate le paranoie; sono io che ho provato anni fa una cazzo di anestesia nel collo dell’utero e vi sfido a non batter ciglio, come feci io, quando un biiip di ago per niente corto e per niente piccolo vi penetra in una parte di tessuto molle molle (per inciso, ho fatto questa similitudine a un’amica: immaginate che vi infilino un ago sulla punta del pene di un uomo, che credo sia la loro parte più dolorosa e aumentate il male per 100…ecco cosa ho provato). Vado all’accettazione per pagare 16 euro; entro in studio; qualcosa non va..ancora cazzo…allora zac zac e quando torno alla cassa i 16 euro sono diventati 138 euro e, dopo averci lasciato il sangue alle casse (e sono solo al mio primo ritorno di tanti all’ospedale) ancora rido..e voi cosa fate??? Perdindirindina, venerdì ho aperto le gambe e han fatto festa, giovedì..il 14..San Valentino..vi torno e mi palpano le tette che non ho…la tragedia è questa: ci fosse mai un medico bono a fare queste cose…anzi, ci fosse una volta un medico uomo, punto..sempre donne..sì sì, una tragedia…e che cavolo!!!! ahahahah.. Pietà, pena, desolazione, tristezza..bla bla bla…ma andate dove dico io e lasciatemi sorridere, perché le mie risate, i miei sorrisi, la mia cordialità, la mia meravigliosa gioia di vivere sono veri, veraci, autentici e per niente studiati o di facciata o automenzogne…io SONO VERA, SONO COSì!!!!
Al prossimo, quindi, che mi chiama con quei toni, prima una vaffa doveroso e sentito, ma al contempo cordiale e poi..tu-tu-tu-tuuuuuuuu…a chi mi scrive ancora quelle mediocrità, non risponderò più, neppure per il mio gran senso dell’educazione., magari vi cancello anche da Facebook. Basta, basta e ancora basta! Voi mediocri, io NO! Io vivo e me la vivo, imperfettamente me, vivo e non voglio più mediocri piagnistei…e non voglio qui commenti con battute nemmeno per scherzo!!!! Sono serissima in questo!!!! Fiuuuuuuuuu…da venerdì se fosse stato per voi, sarei già nella bara…ma ‘sti cazzi!!!! prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr ahahhahahahahahah

Scusate, ma quando ce vo’, ce vo’!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento