La mia recensione di: “Il Re Beve”. #ristorante#acquasparta#castellodicasigliano#terni

Abbiamo soggiornato al Castello in occasione di un corso formativo. Per necessità di tempistiche strette con gli orari del corso, ci siamo ritrovati a non poterci allontanare, così il venerdì sera siamo “capitati” in questo meraviglioso ristorante. Noi non torniamo mai nello stesso ristorante, perché ci piace sfiziare e provare posti nuovi, ma ci siamo innamorati di questo e, recidivi, vi siamo tornati anche il sabato sera. Spettacolare struttura medievale, con un imponente camino nella sala principale, grande quanto una stanza, tipico del Medioevo. Solo la seconda sera, abbiamo scoperto che, quella che credevamo essere una credenza nel muro, era la porta che faceva accedere a un tunnel, che collegava a una..in realtà, ad altre 2 sale da pranzo MERAVIGLIOSE, di cui abbiamo visto solo la prima, perché scoperte troppo tardi. Questo cunicolo o corridoio attraversa nel sottosuolo esattamente la strada che suddivide in superficie il castello dal ristorante, proprio in corrispondenza dell’arco che si trova a ingresso del contesto. 2 stanze/sale “segrete”, che hanno del romantico, intimo, lussuoso, di classe.

Cibo? Proprio..BUONO. Sono vegetariana e mi son trovata benissimo, con possibilità di sfiziare e scegliere per entrambe le serate. Ottimo nel sapore, bello nell’impiattamento.

Serviti benissimo. La ragazza ha sempre un sorriso semplicissimo, che accoglie e il proprietario appare amare fare ciò che fa (se non è cosa, è un bravissimo attore, perché tutto funziona alla grande e lui sembra un bravissimo direttore d’orchestra).

Non si può davvero ridire su nulla.

Vogliamo proprio proprio trovare il pelo nell’uovo? Non si capivano le parole del cameriere giovane, che forse aveva solo difficoltà nel scandire le parole. Anche lui sempre premurosissimo a servirci al meglio delle sue capacità.

Incantati. 

Lascia una risposta